logo Bilancio di sostenibilità Ita / Eng
slideShow1

Tappa dei tour più importanti d’Europa, il Pala Alpitour è l'arena più grande d’Italia, con una capienza di 15.657 persone e un parterre capace di ospitare fino a 4.000 spettatori. Inserito nel complesso del Parcolimpico di Torino, è rimasto chiuso per oltre 12 mesi.


>> Scopri di più
slideShow1

L'Istituto Comprensivo Randi di Ravenna è costituito da due scuole dell'infanzia, tre primarie e una secondaria di primo grado. Nel 2020 le attività in presenza sono state sospese alla fine di febbraio, per riprendere pienamente solo nell’anno scolastico successivo.


>> Scopri di più
slideShow1

Anche le aule e i luoghi dell’Università di Parma, dallo storico Palazzo Centrale al Campus Scienze e Tecnologie, si sono temporaneamente svuotati a causa della pandemia, senza il viavai degli studenti e delle persone che normalmente li popolano. Lo studio e le attività sono proseguiti on line, trasformandosi, in attesa del prossimo rientro in presenza.


>> Scopri di più
slideShow1

Con i suoi 800 mq, il Salone del Podestà di Palazzo Re Enzo è stato aula di giustizia, teatro pubblico e persino campo di gioco del pallone. Oggi spazio per festival, congressi ed eventi, è rimasto praticamente deserto per tutto il 2020.


>> Scopri di più
slideShow1

Capolavoro dell’architettura rinascimentale, la Fortezza da Basso è oggi la principale struttura del polo fieristico congressuale di Firenze. 80 mila mq di superficie (di cui 55 mila coperti), prima della pandemia era attraversata da un flusso continuo di visitatori da ogni parte del mondo.


>> Scopri di più
slideShow1

Con i suoi 884 posti, l'Arena del Sole è uno dei teatri più importanti di Bologna. La pandemia ha praticamente azzerato due intere stagioni, quella 2019/2020 e quella 2020/2021, con la sospensione degli spettacoli in cartellone e delle produzioni originali.


>> Scopri di più
slideShow1

Parte integrante del Paganini Congressi, l’Auditorium Paganini nasce da un maestoso intervento di recupero architettonico e funzionale di un vecchio complesso industriale, firmato da Renzo Piano. La pandemia ha imposto la rimodulazione di tutta l’attività convegnistica e musicale, con la sospensione degli eventi in presenza a favore di iniziative digitali in live streaming.


>> Scopri di più
slideShow1

Il Centro Residenziale Universitario di Bertinoro è una struttura di assoluta eccellenza posta all’interno della millenaria rocca vescovile malatestiana e dell'ex-seminario della Diocesi di Bertinoro. Dal 1994, con l'apertura del primo corso internazionale di alta formazione, ospita ogni anno oltre centocinquanta iniziative accademiche e congressuali.


>> Scopri di più

"Istruzione, cultura e lavoro hanno molte cose in comune, a cominciare dallo spazio condiviso"

Sostenibilità e pandemia

Cosa abbiamo fatto nel 2020?
Ci siamo tenuti stretti, abbiamo lavorato per migliorarci

Gli spazi della conoscenza e della cultura sono i nostri luoghi di lavoro, come le aree comuni delle aziende. Dodici mesi di pandemia hanno messo in difficoltà milioni di famiglie, ma hanno anche indebolito i legami sociali, perché istruzione, cultura e lavoro hanno molte cose in comune, a cominciare dallo spazio condiviso.

Il 2020 ci ha insegnato molte cose, che non credevamo di poter apprendere tanto rapidamente. Ci siamo resi conto, in primo luogo, che tutto ciò che diamo per scontato può essere perso in un solo giorno. Le relazioni, ad esempio, che sono un punto fondamentale della nostra vita, così come gli spazi condivisi: dalle mense scolastiche a quelle aziendali, dai luoghi della conoscenza e della cultura ai contenitori degli eventi musicali e sportivi. Spazi sociali che si sono svuotati improvvisamente e che rappresentano luoghi di lavoro anche per noi di Camst.

Ecco perché abbiamo scelto di raccontare questo 2020 affidandoci alla sensibilità di Marika Puicher, autrice della fotografia vincitrice del The Pride Photo Award 2015.

Il risultato è una ricognizione nei contenitori di alcune importanti città del Centro-Nord — la Fortezza da Basso a Firenze, l’Arena del Sole e Palazzo Re Enzo a Bologna, il Ceub di Bertinoro, il plesso scolastico Randi di Ravenna, l'Auditorium Paganini e l’Università di Parma, il Pala Alpitour di Torino — che sembrano riprendere vita per la presenza, sia pure estemporanea, dei lavoratori. I volti sono quelli delle persone di Camst, abitanti di questi spazi sociali prima che la pandemia li svuotasse per oltre 12 mesi.

Se ami l'acqua devi dimostrarlo

Anche nel 2020, Camst Group ha lavorato per ridurre i consumi d’acqua in ogni settore, fedele alla propria politica di utilizzo responsabile delle risorse naturali. Un impegno che ha toccato sia l'area ristorazione – con il proseguimento del progetto di lavaggio a secco delle cucine, che ha coinvolto 36 locali e consentito un risparmio di 11,2 milioni di litri (in calo rispetto all'anno precedente a causa della diminuzione dei volumi prodotti) – sia il facility management, ambito nel quale il Gruppo ha di recente conseguito la certificazione Ecolabel® per i propri servizi di cleaning (il marchio certifica il ridotto impatto ambientale di un prodotto in relazione a diversi parametri, tra i quali il consumo energetico e di acqua).

waterGraph
waterGraph
waterGraph

Stakeholder stories

>> Tutti i progetti

Voice over

Sui temi che ci stanno più a cuore, chiediamo un contributo a persone che hanno compiuto sul campo esperienze professionali, di vita o di attivismo particolarmente significative; testimonianze preziose, che vogliamo condividere con voi.

Obiettivo spreco zero
Andrea Segrè

Agronomo ed economista italiano, è professore ordinario di Politica Agraria internazionale e comparata all'Università di Bologna e direttore scientifico dell’Osservatorio Waste Watcher per l’economia circolare. Fondatore di Last Minute Market e ideatore della campagna Spreco Zero, ci racconta come lo spreco alimentare sia molto più di ciò che resta nel piatto e come ciascuno possa fare la propria parte.


>> Ascolta ora

Imprese rigenerative
Eric Ezechieli

Imprenditore rigenerativo, è co-fondatore di Nativa, la prima Certified B Corp® e Benefit Corporation in Europa, riconosciuta nel 2016 come Most Valuable Player del movimento a livello globale per l'introduzione della forma giuridica Società Benefit.


>> Ascolta ora

Il diritto alla mensa
Antonella Inverno

Giurista con specializzazione nella tutela internazionale dei diritti umani e responsabile delle Politiche per l'infanzia e l'adolescenza di Save the Children Italia, Antonella Inverno spiega perché garantire la mensa scolastica significa investire nella lotta alla povertà materiale, educativa e alimentare di bambini e adolescenti.


>> Ascolta ora
>> Tutti i podcast
SCARICA IL REPORT COMPLETO
Contattaci